Ricetta Cappellacci alla curcuma, burro e Grana Padano

0
9



I cappellacci alla curcuma, burro e Grana Padano sono la ricetta di pasta fresca ripiena che stavate cercando. Fare la pasta in casa è sempre una grande soddisfazione, la nota speziata della curcuma darà una marcia in più a questi fagottini ripieni. Fuori un guscio morbido di sfoglia tirata ad arte accoglie una crema al Grana Padano DOP Riserva che è pura poesia. Noi abbiamo scelto di condire semplicemente con burro e Grana Padano DOP Riserva i cappellacci alla curcuma, ma potrete abbinarli anche ad un condimento di verdure in bianco, con la zucca o altre verdure di stagione che preferite!

Per preparare i cappellacci alla curcuma, burro e Grana Padano iniziate dalla pasta fresca: in una ciotola capiente versate la farina, aromatizzate con la curcuma 1, unite le uova 2 e il sale 3.

Lavorate gli ingredienti a mano prima in ciotola 4, poi una volta che saranno ben amalgamati spostatevi sul piano di lavoro e maneggiate ancora sino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo, ben sodo 5. Tenete da parte per 30 minuti, a temperatura ambiente avvolto da pellicola Nel frattempo preparate il ripieno: versate il Grana Padano DOP Riserva grattugiato in un tegame 6.

unite la panna fresca liquida 7 e lasciate cuocere a fuoco basso per circa 5 min, mescolando di tanto in tanto 8 9.

Una volta pronta trasferite la crema in un contenitore alto e lavorate con un frullatore ad immersione qualche istante 10. Coprire con pellicola e lasciar raffreddare in frigorifero sino all’utilizzo. Riprendere la pasta 11, prelevate il primo pezzo 12.

Stendete molto sottile con la macchina tirapasta, passando almeno due volte la pasta fresca nel rullo, al penultimo step della macchina, per ottenere uno spessore di circa mezzo centimetro 13. Passate così ognuno dei pezzi di pasta fresca 14 15.

Da ciascuna ricavate dei quadrati da 6×6 cm 16, farcite ciascun quadarato con mezzo cucchiaino di ripieno al Grana Padano DOP Riserva 17. Spennellate leggermente i bordi con dell’acqua 18.

Chiudete prima a triangolo 19, schiacciate bene i bordi per sigillare 20, quindi ripiegate i due lembi verso il centro 21.

Chiudete i cappellacci unendo le due estremità 22, schiacciando bene. Continuate così per tutti gli altri 23 24.

Ora che sono pronti, passate a cuocere e condire: mettete a bollire abbondante acqua in un tegame capiente e salate al bollore. In una padella capiente scaldate dolcemente il burro aggiungendo un mestolo di acqua di cottura. Cuocere in acqua bollente salata per circa 3 min i vostri cappellacci 25. Scolateli poi direttamente nella padella con il burro 26, aggiungete un mestolo di acqua ancora al bisogno 27.

Condite con Grana Padano DOP grattugiato 28, mescolate per emulsionare e saranno pronti 29 per essere impiattati 30.

Consigliamo di consumare subito appena pronti. In alternativa conservate i cappellacci in frigo in un contenitore ermetico per 1 giorno e scaldate all’occorrenza.

I cappellacci crudi si possono congelare su un vassoi e una volta induriti passarli in sacchetti gelo, per 3 mesi.

Potete congelare la pasta fresca da cruda, stesa in sfoglie o nei quadratini poi pronti all’uso. Congelatela su vassoi separando gli strati con carta forno. Quando saranno ben induriti, metteteli in sacchetti gelo e riponeteli nuovamente in congelatore. Quando li dovrete utilizzare lessateli direttamente da congelati in acqua bollente e procedete come da ricetta.



Source link

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here