Lega, partito di lotta e di governo

0
12


La Lega fondata da Bossi aveva come obbiettivo l’indipendenza dalla Padania con un frasario tipicamente lombardo-celtico e la propaganda di un popolo eletto che non aveva niente a che fare con il resto d’Italia, Rimase pertanto un partito/movimento regionale e non arrivò mai ad un consenso a doppia cifra. Dopo le note vicende Salvini ne prese le redini e ne trasformò radicalmente la struttura e l’ideologia portandola dal 4% a al 34% delle ultime europee: il primo partito italiano. Da un partito/movimento regionale ne ha fatto un partito nazionale guadagnando consensi non solo nel centro ma anche al sud. Il cambiamento ideologico è stato totale, diventato altra cosa dalla Lega di Bossi, e collocandosi nella estrema destra; ha assunto connotazioni sovraniste e persino antieuropee e anti euro anche se negli ultimi tempi ne ha attenuato gli accenti. In più il solito frasario e la solita propaganda nazionalista: fuori gli stranieri dall’Italia, nessun diritto di cittadinanza se non dopo aver aggiunto la maggiore età, anche se nati in Italia, lotta agli sbarchi clandestini: prima di tutto gli italiani. Il successo e la presa sul popolino è stato veloce e consistente. Parlando alla pancia più che al cervello, raccontando una realtà fittizia e artefatta e presentandosi come l’uomo forte ha conquistato molti elettori. E’ andato al governo con il M5S con il quale avevano vinto le elezioni e Salvini è divenuto Ministro degli esteri.

E’ uscito dal governo sicuro di poter andare a elezioni anticipate e consolidarsi al governo in posizione di guida. L’errore gli è costato caro perché è nato il governo Conte 2 con un’altra maggioranza e lui è finito all’opposizione. Poi sul panorama politico si è affacciata la Meloni, l’astro nuovo della politica, ancora più nazionalista e sovranista di lui e gli ha cominciato ad erodere consensi crescendo parimenti in modo rapido fino ad insidiagli il primato. Con la Meloni costituiscono la destra italiana, non quella moderata e democratica della prima repubblica ma radicale e agitatrice che ha in Berlusconi, in decadenza, un alleato ruota di scorta. Con Draghi è entrato in maggioranza spinto dai governisti (Giorgetti, Zaia, Fedriga, Fontana che il potere lo stanno esercitando da tempo come molti amministratori locali di città anche importanti

Ma se per la Lega, entrata in maggioranza, con al governo ministri importanti si è rivelato una mossa felice, si è, però, scoperta sul versante della Meloni che è rimasta da sola a fare opposizione, sfruttando da par suo una situazione di vantaggio. Salvini non poteva regalare questo vantaggio alla sua diretta concorrente alla premiership è ha cominciato a fare opposizione anche lui cavalcando l’onda del no al green pass e strizzando l’occhio ai no vax, chiedendo le dimissioni della Lamorgese e criticando molte decisioni del Governo sulle quali i suoi ministri votavano in CdM a favore.  L’anomalia di una Lega dalla doppia anima è venuta alla luce in maniera clamorosa e le due anime sono uscite dall’ombra ed hanno acquistato palese fisionomia.

Fino a quando durerà il gioco delle parti? Di fatto tra Salvini e u suoi fedelissimi da un lato e i governisti dall’altro la frattura sembra insanabile e lo stesso Draghi alla fine non potrà assistere ad uno stillicidio continuo anche se la Lega ha finito per votare la fiducia al governo sul decreto Green Pass pur con molte assenze dei salviniani.  La lega si sta spaccando? Ancora no anche se alcuni euro parlamentari, da ultimo la Donato, hanno lasciato il partito. L’anomalia di una doppia anima è sotto gli occhi di tutti, Il politologo Orsina, sulla Stampa scrive:” La separazione fra rappresentazione teatrale e decisioni concrete che è venuta crescendo nella vita pubblica italiana, così la Lega l’ha riprodotta tale e quale in se stessa: le due componenti paiono aver convissuto l’una accanto all’altra senza giungere a sintesi.” E proprio questa ambiguità – aggiunge- pare sia stata la ragione non ultima dell’ascesa leghista. Durerà? E fin quando?

di Nino Lanzetta



Post Views:
30



Source link

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here