L’Avellino perde a Vibo Valentia: decidono il match Pugliese e Tumbarello

0
12


IL PRE GARA

Dopo l’importante vittoria ottenuta contro il Bari al “Partenio – Lombardi” l’Avellino ritorna in campo per affrontare la Vibonese. La squadra calabrese vuole conquistare punti per allontanarsi dalla zona retrocessione. I biancoverdi alla sfida odierna arrivano con cinque assenti, ovvero gli squalificati Dossena, Carriero e Tito, l’infortunato Luigi Silvestri e Emanuele Santaniello ancora positivo al Covid-19. Di seguito ecco le scelte di mister Braglia: Forte; Rocchi, Miceli, Illanes; Ciancio, Aloi, De Francesco, D’Angelo, Adamo; Fella, Maniero.

PRIMO TEMPO

Nei primi cinque minuti della gara c’è stata una fase di studio. Al 7′ arriva il primo tiro timido di Fella dal limite dell’area. Successivamente la Vibonese comincia a carburare e con un tiro di Pugliese si rende pericolosa. Al minuto 13 non viene assegnato un possibile calcio di rigore a favore dei biancoverdi con Aloi protagonista. Dopo sei minuti arriva il vantaggio dei padroni di casa con Pugliese su un’azione in velocità sviluppata da Spina. Quest’ultimo ha messo in netta difficoltà la corsia sinistra occupata da Adamo che non sta giocando una partita sufficiente. Al 24′ la Vibonese protesta per un presunto tocco di mano in area di rigore dell’Avellino da parte di Miceli ma l’arbitro decide di far proseguire il gioco. A quindici minuti al termine della prima frazione di gioco la squadra biancoverde cerca di riportare il match in parità con un colpo di testa di Miceli. Rispondono subito gli avversari con un tiro pericoloso di Statella: blocca senza problemi Forte. Al 35′ c’è il primo cambio della partita: Bernardotto prende il posto dell’infortunato Maniero. Ancora i padroni di casa vicini al raddoppio con Spina. Al 41′ De Francesco prova un tiro da venti metri ma Mengoni respinge la sfera. Dopo sei minuti di recupero finisce la prima frazione con diversi battibecchi da parte dei giocatori,

SECONDO TEMPO

Riparte la gara con due cambi per l’Avellino: Rizzo e Baraye per Rocchi e Adamo. Al 6′ della ripresa ci prova De Francesco con il sinistro. Braglia prova a dare una scossa alla squadra passando al 4-1-2. Al minuto quindici viene ammonito Aloi che era diffidato. Palo di Laaribi al 16′ e ripartenza fulminea di La Ragione poco dopo. Successivamente i biancoverdi ci provano con Bernardotto. Al 28′ rigore per la Vibonese per un fallo di Aloi: Forte neutralizza Pugliese e si rimane sull’1-0. Al 30′ palo e traversa per i lupi nella stessa azione con Errico e Ciancio: tanta sfortuna. Altro miracolo di Mengoni su un tiro all’incrocio di Ciancio: incredibile parata. Assedio al 40’per l’Avellino con un cross di De Francesco e Bianchini anticipa Laezza in angolo. Al 45′ del secondo tempo il quarto uomo segnala sei minuti di recupero. Al 49′ st altra occasione per Fella: Mengoni blocca la sfera. Finisce male con il raddoppio di Tumbarello nell’ultimo minuto di recupero. Sconfitta immeritata per l’Avellino per le azioni create nel secondo tempo in particolare.



Source link

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here