Laezza-Errico, recuperi con vista playoff

0
9


La sbornia per la vittoria sul Bari ha prodotto un eccessivo rilassamento in casa Avellino, con la formazione biancoverde che è caduta a Vibo Valentia soprattutto per l’approccio molle del primo tempo. Come sottolineato da mister Braglia, in questo campionato è importante resettare subito – sia le vittorie che le sconfitte – senza mai dare nulla per scontato. È stato questo il segreto del grande girone di ritorno dei lupi, è questo il punto da cui ripartire: fame e umiltà. Per farlo può essere importante tenere tutti sulla corda, far sentire che nessuno è indispensabile e in questo alcuni rientri possono essere un’arma importante per mister Braglia.

È il caso di Errico e Laezza, che proprio ieri sono tornati in campo rispettivamente per la seconda e la prima presenza stagionale. In sostanza, l’Avellino non ha mai potuto contare su di loro nel corso di questo campionato. Proprio ora che il gioco si fa duro, però, i due sono pronti ad incidere e a donare il loro contributo alla causa.

Già ieri, in un contesto di gara particolare, entrambi sono entrati con lo spirito giusto, sfiorando addirittura la rete. Errico ci è andato vicinissimo, colpendo la traversa con un colpo di testa che avrebbe meritato ben altra fortuna visti i trascorsi del ragazzo. Ma impatto di Vibo a parte, sia Errico che Laezza possono diventare risorse di un certo tipo per la volata finale. Nei prossimi 180’ servirà mettere nelle gambe altri minuti, che poi si riveleranno vitali per i playoff.

Poter contare su due giocatori di questo tipo, praticamente due nuovi acquisti, è un valore aggiunto per Braglia e per l’Avellino, che può trovare nei due caratteristiche e spunti che sin qui sono mancati. La qualità e l’estro di Errico sono gli elementi che il lupo ha cercato nel suo innesto e che in certe partite fanno la differenza. Lo stesso dicasi per la solidità e il carisma di capitan Laezza, punto di riferimento sicuro e affidabile per la retroguardia e per i compagni in generale. La strada per il pieno recupero è appena cominciata, ma nella “tempesta” di Vibo l’Avellino ha intravisto due raggi di luce.



Source link

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here