Conclusa la Prima edizione di festAmbiente – IL CIRIACO

0
9


“Sono stati dieci giorni in cui abbiamo incontrato una comunità che desidera un mondo diverso, una comunità che ha deciso di ribellarsi a questo sistema economico sociale” – queste le parole del Presidente Antonio Di Gisi.

Gli ultimi tre giorni di attività sono stati particolarmente intensi: giovedì mattina appuntamento con Puliamo il Mondo, i volontari insieme alle classi terze dell’Istituto Comprensivo Cocchia – Dalla Chiesa hanno ripulito parco Antonio Di Nunno (parco Kennedy) dai rifiuti. Grande partecipazione da parte dei ragazzi del Cocchia che al termine dell’opera di pulizia del parco, hanno riflettuto insieme ai volontari di Legambiente sulla necessità di un’educazione ambientale che responsabilizzi ognuno alla cura degli spazi comuni.

In serata appuntamento con il format Birrette sull’Ambiente al Casino del Principe, occasione questa per parlare di emergenza climatica e alternative ecologiche in un clima di convivialità. Ospiti della serata Mariateresa Imparato Presidentessa di Legambiente Campania e il professore Giovanni De Feo del Dipartimento Chimica e Biologia Unisa. Tanti gli spunti emersi durante la serata, culminati venerdì mattina nello Sciopero Globale per il Clima.

Un corteo distanziato e ordinato di studenti ha sfilato per le strade principali del capoluogo Irpino guidati da Legambiente Avellino e Fridays for Future Avellino. Cinque le richieste dei giovani ambientalisti irpini che sono state presentate all’amministrazione comunale con la volontà di essere parte attiva di un cambio di rotta che parti dalle realtà locali.

Venerdì sera l’appuntamento al Campus TamTam con il convegno “Che aria tira?” ha focalizzato l’attenzione verso una delle vertenze più urgenti del capoluogo: l’inquinamento atmosferico. Presentata per la prima volta dal vivo la rete Aura, un sistema di centraline di controllo voluto e gestito da enti, associazioni e cittadini stanchi di respirare veleni. Grandi assenti la maggior parte dei sindaci dell’hinterland interessato dalla presenza delle centraline e invitati al convegno.

Ieri l’ultimo appuntamento con Puliamo il Mondo ad Atripalda ha visto la mancata partecipazione delle classi dell’Istituto Comprensivo Da Amicis Masi per problemi organizzativi interni alla scuola. Nonostante questo i volontari del circolo di Legambiente Avellino senza perdersi d’animo, hanno ripulito il parco dai rifiuti. Al termine della raccolta e della prima edizione di festAmbiente, Consiglia Aquino de L’Angolo delle Storie ha offerto alle ragazze e ragazzi presenti delle letture di resilienza, per comprendere che ogni voce conta e ogni azione se intrapresa con i giusti valori, può portare a qualcosa di importante ed è proprio questo l’augurio del Circolo alla città di Avellino.



Source link

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here