3 ricette sfiziose da provare

0
26


di Rossella Romano

Chi adora i pistacchi è sulla buona strada. Una bella novità a riguardo arriva da recenti studi portati avanti da American Pistachio Growers, associazione no profit che promuove le proprietà nutrizionali dei piccoli frutti. I ricercatori hanno visto, infatti, che sono alleati del microbiota intestinale, perché ricchi di sostanze nutritive vitali, utili per stimolare la crescita di batteri buoni. Di più: il loro consumo può avere un ruolo positivo sulla memoria e sulle facoltà cognitive e produrre effetti benefici anche sulla salute della pelle. Noi li abbiamo impiegati in queste tre ricette gustose. Ti va di assaggiarle?

  • Flan di cavolfiore con salsa al curry

Ingredienti per 4 persone: 1 cavolfiore da 600 g, 150 g di granella di pistacchi, 2 uova, 50 ml di latte intero, 200 g di robiola, 1 cucchiaino di curry, 30 g di burro, noce moscata, sale, pepe

520 calorie

Monda il cavolfiore, dividilo in cimette, lavale e cuocile al vapore per 15 minuti. Lasciale intiepidire, tienine da parte 2 e frulla le altre con le uova, 25 ml di latte, una presa di sale, un pizzico di noce moscata grattugiata e pepe. Unisci 80 g di granella di pistacchi e mescola. Ungi con 20 g di burro 4 stampi per flan del diametro di 8 cm e cospargi fondo e bordi con la granella di pistacchi rimasta. Suddividi il composto di cavolfiore e cuoci a bagnomaria in forno a 180 °C per 50 minuti. Sciogli il burro rimasto in una padella antiaderente, unisci le cimette tenute da parte, tagliale a fette e falle dorare su fiamma vivace rigirandole sui due lati. Regola di sale e tieni in caldo. Mescola la robiola con il curry e la panna rimasta. Lascia riposare i flan fuori dal bagnomaria per 10 minuti, rovesciali sui piatti singoli, decora con il cavolfiore arrosto e servi con la salsa al curry.

Fa bene perché. «Questa ricetta è priva di carboidrati e fornisce i grassi buoni dei pistacchi, che il corpo utilizza come energia. Ideale come piatto unico», dice la nutrizionista.

  • Linguine con pistacchi e scorfano

275067Ingredienti per 4 persone: 320 g di linguine, 200 g di filetti di scorfano, 100 g di pistacchi sgusciati, 20 g di pecorino romano, 1 arancia, 4 rametti di prezzemolo, 50 ml di olio extravergine d’oliva, sale, pepe

600 calorie

Monda il prezzemolo, lavalo e asciugalo. Scotta la metà dei pistacchi in acqua bollente per 30 secondi, scolali, trasferiscili in un canovaccio e sfregali, fino a che le pellicine si staccano; tritali nel mixer con le foglie di prezzemolo, il pecorino romano, l’olio, il succo di mezza arancia filtrato, sale e pepe. Insaporisci i filetti di pesce con sale e pepe, disponili in una teglia rivestita con carta da forno, condisci con poco olio, il succo dell’arancia rimasto e cuoci sotto il grill per 5 minuti circa. Lessa la pasta in abbondante acqua salata, scola e condisci con il pesto preparato, diluito con 1 mestolino dell’acqua di cottura. Rifinisci con i pistacchi rimasti tagliati a metà e servi con i filetti di scorfano.

Fanno bene perché. «Un piatto unico che oltre a carboidrati e proteine fornisce, grazie ai pistacchi, grande abbondanza di fitosteroli, importanti antiossidanti», sottolinea l’esperta.

  • Crostata ai pistacchi e crema allo zafferano

275068Ingredienti per 12 persone: 320 g di farina, 120 g di burro, 120 g di zucchero, 110 g di pistacchi sgusciati, 1 uovo, 6 tuorli, 1/2 bustina di zafferano in polvere, 1 arancia non trattata, 1/2 l di latte, 2 dl di panna fresca, 10 g di gelatina in fogli, sale

388 calorie

Scotta 100 g di pistacchi in acqua bollente per 30 secondi, scolali, trasferiscili in un canovaccio e sfregali fino a che le pellicine si saranno staccate. Trasferiscili nel mixer e frulla con 20 g di zucchero, fino a ottenere un trito finissimo.
Metti a bagno la gelatina in acqua fredda. Riunisci nel mixer 250 g di farina con il trito di pistacchi, il burro a dadini, un pizzico di sale e frulla fino a ottenere un composto a briciole. Unisci l’uovo e frulla nuovamente fino alla formazione di una palla di pasta; avvolgila nella pellicola e falla riposare in frigorifero per 30 minuti. In un pentolino, scalda il latte con metà della scorza di arancia prelevata con un pelapatate e lo zafferano.

Monta i tuorli con lo zucchero rimasto, unisci la farina rimasta, mescola e versa il latte a filo. Cuoci la crema a fiamma bassa per 7-8 minuti, elimina le scorze, unisci la gelatina scolata e strizzata, mescola e copri la crema con un foglio di pellicola, fino a che si sarà raffreddata. Intanto, stendi la pasta in una sfoglia dello spessore di circa 3 mm, rivesti fondo e bordi di uno stampo del diametro di 22 cm, e cuoci in forno a 180 °C per circa 30 minuti. Monta la panna, amalgamala alla crema e farcisci la base di frolla. Decora con i pistacchi rimasti tagliati a metà e la scorza di arancia rimasta, grattugiata. Fai riposare in frigorifero per 1 ora e servi.

Fa bene perché. «I pistacchi regalano buonumore! Perché contengono magnesio, minerale associato al rilassamento. Del resto, solo a sentirne parlare viene l’acquolina in bocca…», dice l’esperta.

Fai la tua domanda ai nostri esperti












Source link

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here